La terra dei recinti – 2015

pubblicato in: Libri | 0

Perché il Sud Italia non riesce a trasformare in valore le risorse che possiede e come può farlo.

“Il Sud ha, oggi più di ieri, molte più potenzialità, molte più carte da giocare rispetto al Nord. Questo suo ritardo oggi si è trasformato in un vantaggio. Se, come registriamo quotidianamente, la tendenza è quella a ritornare alle cose autentiche (il cibo, il paesaggio, la cultura, l’arte, e così via) il Sud ha davanti grandi prospettive economiche e sociali.”

Un libro scritto per sfatare molti luoghi comuni, demolire pregiudizi e false credenze, che hanno impedito fino ad oggi ai giovani meridionali di progettare il proprio avvenire. L’autore, assumendosi l’onere di analizzarne senza alibi e attenuanti le ragioni, prova a rispondere alla domanda delle domande, ovvero: perché il Sud Italia non riesce a trasformare in valore le risorse che possiede? E inoltre indica una soluzione. Nessuno mai potrà salvare il Sud da se stesso. Il Sud può e deve salvarsi da solo perché ha tutte le carte in regola per farlo, ma per riuscirci deve liberarsi di alcune zavorre che ne impediscono e limitano i movimenti e l’evoluzione.

Acquista il libro